Parigi in estate: quando la Senna diventa mare


E’ ben noto che Parigi ha un fascino tipico in inverno: tuttavia la capitale francese sa essere molto suggestiva anche in estate. Senza dubbio dal punto di vista climatico quello che va da giugno a settembre è il periodo migliore per visitare Parigi. Le temperature sono mediamente comprese tra i 13 e i 25 gradi. Rare le giornate afose. I parigini sono soliti dire che una giornata d’agosto a Parigi racchiude in sé le quattro stagioni: in effetti il meteo può essere imprevedibile ma di certo non fa mai troppo caldo come avviene nelle città d’arte italiane più famose, ad esempio Roma e Firenze. Inoltre le giornate sono molto lunghe quindi c’è più tempo per visitare la città: il sole non tramonta del tutto prima delle 22.00. Non solo: a luglio e agosto Parigi si svuota e i turisti hanno la possibilità più unica che rara di girarla in tranquillità evitando code interminabili. Certo Parigi non si sceglie come meta di mare ma in compenso lungo la Senna i parigini si attrezzano con spiagge artificiali fatte da terrazze sul fiume, sdraio e ombrelloni per prendere il sole. Le spiagge più gettonate sono quella che va dal Louvre al Pont de Sully e quella nei pressi della stazione Port de la Gare; Se trovate l’idea della spiaggia finta un po’ triste lasciate le rive della Senna ai locali e godetevi il centro della città “dato in prestito” ai turisti. Scoprirete con piacere che i boulevard solitamente affollati sono liberi e che i camerieri dei bistrò, spesso troppo indaffarati per concedere parole cordiali ai clienti, si fermeranno a chiedere da dove venite e cosa vi piace di Parigi. Ma è di sera che in estate Parigi riscopre la sua atmosfera francese vibrante e ricercata. La città offre concerti all’aperto ed eventi gratuiti nelle piazze e nei giardini. La scelta dell’alloggio dipende molto dal tipo di viaggio: Parigi è grande e in agosto trovare posto per dormire non è un’impresa ardua ma occorre valutare bene la struttura e la zona che si intendono prenotare. Gli hotel del quartiere del Louvre e l’Opera sono mediamente più costosi ma hanno l’indiscutibile vantaggio di essere collocati in pieno centro quindi bisogna considerare un notevole risparmio sul prezzo dei biglietti per i trasporti. Il Marais è il quartiere ideale per chi intende stare nei pressi della Senna e respirare l’atmosfera boema di Parigi.