Ferragosto in Sardegna: vacanze estive nell’isola dei sogni


Quando si parla di vacanze estive in Sardegna, Ferragosto rappresenta il momento di maggiore afflusso e di maggiore divertimento. Alcuni potrebbero storcere il naso di fronte alla folla di turisti, ma la Sardegna è un’isola tutta da scoprire, che al di fuori dei soliti circuiti presenta una natura e delle tradizioni assolutamente incredibili. Tanto per cominciare, chi si reca a Ferragosto in Sardegna non deve necessariamente temere le spiagge affollate, perché basta affittare una barchetta per esplorare alcune meravigliose calette e tuffarsi nel mare turchese e limpido in compagnia dei soli pesci. L’unica brutta sorpresa, per chi si organizza in ritardo, potrebbe essere la poca scelta di strutture ricettive e prezzi alti. Prenotare un albergo in Sardegna con ampio anticipo è un grande vantaggio. Le spiagge più famose, come La Pelosa a Stintino, Cala Gonone o Li Coggi, sono tra le più belle al mondo, e mantengono inalterato il proprio fascino anche nel caotico mese di agosto. La mattina presto è comunque un buon momento per godersi queste stupende spiagge, prima che vengano prese d’assalto. Alghero è una delle mete preferite per i turisti che visitano la Sardegna a Ferragosto, perché la città è in grado di offrire davvero tanto, dai divertimenti notturni alle spiagge, alla suggestiva fortificazione in stile catalano che si affaccia sul mare. La costa Smeralda (Porto Cervo) è il luogo di ritrovo di personaggi famosi, in particolare nel clou dell’estate; qui locali e ristornanti offrono il meglio proprio durante il periodo di Ferragosto. La Sardegna può inoltre vantare uno dei posti più belli in Europa e nel mondo dal punto di vista naturalistico: l’arcipelago della Maddalena, un parco nazionale al largo delle coste settentrionali dell’isola. Anche gli amanti del surf, del kitesurf e del windsurf possono godersi il vento e le onde dell’Isola dei Gabbiani o di Porto Pollo. Una vacanza in Sardegna rappresenta un’occasione unica anche dal punto di vista faunistico: nella laguna di San Teodoro, nello stagno di Posada, nello stagno di Cabras o di Sa Curcurica o nella laguna di Santa Gilla, infatti, si trovano colonie di bellissimi fenicotteri rosa. Se vi trovate in Sardegna a Ferragosto, passare una giornata alla scoperta delle zone interne è una buona alternativa alla costa. La Sardegna è infatti l’unico posto al mondo in cui sono state rinvenute delle costruzioni in pietra simili ad alveari, risalenti all’età del bronzo e chiamate Nuraghi. Il loro utilizzo resta ancora incerto, ma probabilmente dovevano essere edifici religiosi o militari. Il nuraghe più famoso è quello di Barumini (Su Nuraxi di Barumini), dichiarato Patrimonio dell’Umanità UNESCO.